Il progetto parentale

Le idee e la realizzazione del progetto educativo.

1. La nostra storia

La Casa dei Bambini pavese è nata nel settembre 2016 come realtà parentale, grazie al supporto del Comune di Sommo, piccola realtà a circa 10 km a sud di Pavia, che ha ceduto in comodato d'uso gratuito una porzione della scuola primaria fino al giugno 2018, dando continuità didattica rispetto alla nuova proposta della primaria statale a differenziazione didattica Montessori.

La Casa era situata al piano terra della scuola primaria e ha accolto una quindicina di bambini nel settembre del 2016 dopo i lavori di sistemazione e di allestimento eseguiti dai genitori e dai nonni.

Da settembre 2018 la Casa dei bambini si è trasferita in una villetta indipendente in via San Fedele 16, a Sommo, restaurata e preparata alla nuova mansione durante i mesi estivi dai volontari dell’Associazione MontessoriAttiva-Pavia che ha affittato l’immobile. Le iscrizioni sono aumentate negli ultimi anni raggiungendo nell’anno 2018-19 i 28 iscritti.

2. La scuola parentale

Il termine ‘parentale’ definisce un tipo di apprendimento in cui i genitori si assumono la responsabilità dell’istruzione dei propri figli con l’aiuto di persone scelte da loro stessi, in condivisione con altri genitori, oppure personalmente. La possibilità di fare educazione parentale, in Italia, è sancita dagli articoli 30/33/34 della Costituzione, per cui le famiglie che intendono avvalersi di questa scelta ne hanno pieno diritto. I bambini non vengono iscritti alla scuola comunale o statale, ma inseriti insieme ad altri in un progetto più vicino all’idea di educazione/istruzione dei genitori, che possono contribuire in prima persona alla vita del progetto, in maniera volontaria. I progetti di educazione parentale non sono vincolati ad alcuna norma di legge, né per quanto riguarda i programmi di insegnamento e apprendimento, né per quanto riguarda le caratteristiche dei locali nei quali sono ospitati.

3. La struttura

La Casa dei Bambini Pavese è sita a Sommo in Via San Fedele 16, in una graziosa villetta costruita negli anni 70, sistemata e resa idonea alla sua nuova mansione dall’associazione MontessoriAttiva - Pavia nell’estate del 2018. La casa è strutturata su due piani. Al piano terreno sono state allestite le sale da pranzo, mentre al piano superiore un unico grande openspace accoglie angoli specifici per ogni tipologia di attività: attività di vita pratica con il ferro da stiro, il lavaggio delle bambole, i travasi; educazione cosmica con mappamondo, serre e pianeti; psicoaritmetica e materiali sensoriali. L’ambiente è in continua evoluzione perché l’adulto lo plasma in base alle esigenze e ai bisogni dei bambini. Al primo piano è presente anche la “stanza della nanna” dove i bimbi più piccoli o comunque coloro che lo desiderino possono recarsi per un sonnellino o anche solo per rilassarsi dopo il pranzo. I bagni sono stati resi idonei allo sviluppo dell’autonomia dei bambini: piccoli wc hanno preso il posto di quelli grandi e una pedana in legno consente ai piccoli di fruire comodamente del lavandino. La casa è circondata sui tre lati da uno spazioso giardino, in cui trova spazio un orto coltivato dagli stessi bambini, uno stagno, una sabbiera, un percorso psicomotorio e diversi alberi da frutta. I bambini possono accedervi in tutte le stagioni e con tutte le condizioni climatiche più volte al giorno, a seconda delle loro necessità. Lo spazio esterno è anche arricchito dalla vicinanza con il Parco della Cicogna, grande ampio giardino comunale fornito di giochi, campo da calcio, canestri e reti da pallavolo, facilmente accessibile dalla Casa dei bambini.

La sede della Casa dei Bambini

4. Una giornata alla cdb

La Casa dei Bambini è aperta dai primi giorni di settembre agli ultimi giorni di luglio e l’ingresso è possibile dalle ore 8:15 alle 9:30.

Lo svolgersi delle giornate si plasma sulla base dei bisogni del gruppo e del singolo bambino ma di solito dalle 9 dopo un giro perlustrativo della casa ogni bambino si impegna nelle attività che più lo interessano, alcuni di loro si concentrano nella preparazione della merenda. Verso le 9:30 è offerta la merenda e a seguire un piccolo momento di ritrovo collettivo per il rito del "Buongiorno". Dopo di che alcuni proseguono con le attività, altri potranno dedicarsi all’apparecchiamento della tavola per il pranzo. Durante la mattinata è prevista di solito un’uscita nel giardino della Casa, per rientrare all’ora di pranzo. Dopo pranzo chi vuole può fare il riposino, altri possono proseguire le attività o uscire di nuovo. Anche la merenda pomeridiana viene preparata e offerta dai bambini stessi. Il ritiro dei bambini è previsto dalle ore 15:30 alle ore 16:15.

5. Il Catering

In questi anni ci siamo da sempre affidati a "Rosa dei Venti" di Stradella, cooperativa sociale che garantisce una dieta sana ed equilibrata per i nostri piccoli, con molti alimenti provenienti dalla filiera biologica o km0, impegnandosi per accontentare le esigenze di tutti e fornendo menu adatti ad ogni tipo di dieta (gluten free, vegetariana e vegana). Nel corso degli anni abbiamo inoltre eliminato le monoporzioni e ottenuto la possibilità dello scodellamento in loco, che, oltre a ridurre il consumo degli imballaggi, è in linea con lo sviluppo dell’autonomia e delle abilità di vita pratica, cuore della tavola Montessori.

6. Laboratori e esperienze extra

I laboratori e le attivitè al di fuori di quelle strettamente connesse alla vita all’interno della Casa vengono di anno in anno discusse con genitori e stabilite sulla base delle esigenze del gruppo, confrontandosi anche con i maestri. In questi anni sono stati attivati laboratori di Minicirco tenuti dall’associazione Giocolarte, laboratori di teatro tenuti dal "Teatro delle Chimere", giornate di compresenza con insegnante madrelingua inglese, con la maestra Tamiko, e un laboratorio Munari.

Ogni anno è prevista una gita per toccare con mano la realtà della vita quotidiana soprattutto connessa con la natura e la campagna.

Durante i mesi estivi inoltre non mancano giornate trascorse nella vicinissima piscina di Sommo.

7. I nostri maestri

I maestri della Casa dei Bambini hanno tutti formazione specifica Montessori: sono in corso di formazione o già formati presso Opera Nazionale Montessori (ONM), Association Montessori International (AMI), o altri enti riconosciuti da ONM.

8. Giornate di lavoro condiviso

L’associazione propone periodicamente giornate di lavoro condiviso a cui sono invitati i genitori e i nonni e talvolta anche i bambini, volte alla sistemazione degli interni della casa o del giardino, perché ognuno si senta responsabile di questa bellissima realtà autogestita.